mercoledì

LEZIONI DI STORIA

Dopo alcune lezioni siamo arrivati alla conclusione che se non ci fossero le parole del tempo vivremmo nel caos, andremmo anche noi nel pallone come gli abitanti della storia raccontata in classe e scritta da una mia amica sarda che potete rileggere qui. Bella anche la sua poesia che vi ho dato da leggere:


IL SIGNOR TEMPO

Sono il Signor TEMPO,
passo e corro a gran velocità
tanto che
nessuno mai mi vedrà.
Giro la ruota delle stagioni
prendendo i giorni,
i mesi e gli anni,
mentre raccolgo le gioie e gli affanni.
Racconto le storie
di ieri e di oggi
a grandi e piccini
del tempo che fu
e che ormai non c’è più.
Sono il signor Tempo
che ogni cosa ha trasformato
e tutto ha invecchiato.
Sono il signor TEMPO
che tutto trasformerà
anche ogni bimbo
che un uomo diventerà.
Sono il signor TEMPO,
passo e corro a gran velocità
e nessuno mai mi vedrà
ma il mio peso sentirà.

(M. Elisa Fonnesu)
Con questa attività ho preso 2 piccioni con una fava: abbiamo anche scritto in italiano la sintesi e per la prima volta avete scritto tanto (2 pagine) Wow!
Qui il lavoro svolto finora sul quaderno di storia, inaugurato con una bella frase.





2 commenti:

elisa ha detto...

che belle queste pagine del Signor Tempo...un uomo speciale ..
grazie Wanda ....sono davvero contenta che la storia vi sia piaciuta ...
per noi il tempo è volato e siamo ormai in quarta e stiamo per studiare le grandi civiltà....un caro saluto e un bacione a tutti ..m. Elisa Fonnesu

luigi fortunato ha detto...

Grazie a te Elisa, anche da parte dei bambini per la tua storia che ci ha permesso di comprendere l'importanza di quelle parole che ci permettono di orientarci e raccontare con ordine le storie.